La Poltrona, tra design e utilità

Come ben sappiamo la poltrona è un complemento di arredo indispensabile per tutti. Nel corso dei secoli ha assunto innumerevoli varietà di forme, dimensioni e colori attribuiti a seconda del gusto e stile di una determinato periodo storico. Esistono poltrone da lettura, da relax, da cinema, da soggiorno, poltrone con schienali reclinabili e molte altre.

La comodità è diventata ormai il criterio fondamentale per la scelta della poltrona. Ma per molti le poltrone sono oggetti d’arte e di conseguenza degni di un investimento non indifferente. Ci sono ad esempio delle poltrone rese famose da coloro che hanno scritto la storia del design, ad esempio la poltrona patchwork. Queste, ideate e create da famosi designer nel corso degli anni, sono diventate oggetti di culto.
Vediamo alcune di queste poltrone che raccontano la storia del design contemporaneo.

La Poltrona LC2
Questa poltrona, disegnata e ideata nel 1928 da Le Corbusier, è una poltrona con struttura in acciaio cromato lucido o verniciato in diversi colori, che contiene come in una gabbia quattro cuscini, indipendenti, rivestiti in pelle o in tessuto. Esposta, per la prima volta, nel 1929 al Salon d’automne a Parigi, lasciò perplessi i visitatori, per via del fatto che fu una poltrona rivoluzionaria per il concetto e per lo spirito del tempo.

La Poltrona Frau Vanity Fair
La poltrona Frau Vanity Fair è un modello nato nel 1930, considerata il simbolo per eccellenza della poltrona moderna. Progettata e realizzate da Renzo Frau, cagliaritano di nascita, semplice ragazzo di bottega presso un tappezziere a Torino, e successivamente fondatore della famosa azienda. Conosciuta in tutto il pianeta per le sue forme piene, per la tipica forma bombata e i suoi volumi armoniosi, caratterizzati da un filo di chiodini rivestiti in pelle che rifiniscono per lungo lo schienale e i braccioli.

La  Poltrona Egg
Questa poltrona fu progettata da Arne Jacobsen nel 1958 per arredare l’esclusiva hall e la reception Royal SAS Hotel di Copenhagen. E’ stata la prima sedia girevole rivestita.
La Egg è diventata parte della storia universale del design, grazie alla sua forma scultorea ed unica, Ispirata all’uovo (egg) come forma arrotondata e come oggetto mistico, questa poltrona doveva rappresentare il guscio che avrebbe offerto protezione, sicurezza, rifugio ed  intimità alla persona seduta su di essa.

La Poltrona Barcelona
Questa poltrona fu disegnata da Mies van der Rohe, insieme alla sua compagna Lilly Reich, per il padiglione tedesco della fiera mondiale di Barcellona nel 1929. La struttura della poltrona è in acciaio cromato inossidabile con cuscini imbottiti e rivestiti in pelle. Il modello originale del 1929 è stato ridisegnato e migliorato nel 1950,  usando l’acciaio inossidabile che ha permesso l’uso di un pezzo di metallo senza soluzione di continuità, evitando cosi l’uso dei bulloni, previso a tale scopo, dall’iniziale progettazione della poltrona.